Sono spese di rappresentanza quelle di manutenzione dell’immobile aziendale con criteri di particolare pregio? La Cassazione dice di no.

Difficile sintetizzare in un titolo una vicenda dal carattere peculiare nella quale una società per azioni si era vista recuperare l’IVA sulle spese per la manutenzione del verde intorno allo stabilimento, effettuata con criteri di particolare pregio (realizzazione “di laghetti artificiali, piante e alberi particolari … di una insegna di rilevanti dimensioni”) sul presupposto che […]

19 giugno 2018|

Valutazione d’azienda: questione estimativa non sindacabile in Cassazione. Ma la valutazione illogica configura una violazione di legge che rende censurabile la sentenza di merito.

A chi segua con una certa costanza la giurisprudenza della Suprema Corte non sarà probabilmente sfuggita la sentenza n. 6119 della terza sezione civile di qualche mese fa. Relativamente ad una sentenza ritenuta illogica nella motivazione, nel caso specifico, i ricorrenti avevano invocato il n. 5 cioè l’omessa valutazione di un fatto decisivo. La terza […]

18 giugno 2018|

Provvedimento di diniego di agevolazioni tributarie: non è un atto di accertamento e dunque non è soggetto alle regole dell’articolo 43 del DPR 600/73 sugli accertamenti integrativi.

La Sezione Tributaria della Corte di Cassazione con l’Ordinanza 15487 del 13 giugno 2018 (Pres. Chindemi, Rel. Balsamo) risolve  il caso del ricorso di una società contribuente che aveva censurato la pronuncia della CTR per aver essa violato il principio giurisprudenziale che riconosce nel diniego di un’agevolazione tributaria la natura di avviso di accertamento, con tutti […]

15 giugno 2018|

Tassa fissa per l’atto istitutivo di Trust senza corrispettivo o prestazioni a carico del Trustee.

La  Sentenza n. 15469 del 13 giugno 2018 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Zoso, Rel. Di Majo) torna sul tema dell’applicazione dell’imposta di registro all’atto di costituzione di un Trust.

Secondo le tesi della ricorrente Agenzia delle Entrate il Trust costituisce un atto avente ad oggetto prestazioni a contenuto patrimoniale, non ricompreso tra quelli […]

14 giugno 2018|

Notifica a mezzo posta di più atti impositivi con una sola busta: va provato il contenuto multiplo.

Dove l’involucro della raccomandata contenga plurime comunicazioni, e il destinatario ne riconosca solo una, è necessario, perché operi la presunzione di conoscenza posta dall’art. 1335 c.c., che l’autore della comunicazione, il quale abbia scelto detta modalità di spedizione per inviare due comunicazioni, fornisca la prova che l’involucro le conteneva, atteso che, secondo l’id quod plerumque […]

13 giugno 2018|

Sequestro preventivo legittimo se fondato sulla presunzione (legale?) fondata sui versamenti bancari.

Il passaggio normativo alla base delle indagini finanziarie con l’attuale normativa è il seguente: “I  dati  ed elementi attinenti ai rapporti  ed  alle  operazioni  acquisiti  e  rilevati rispettivamente a norma del numero 7) e dell’articolo 33,  secondo  e  terzo comma, o acquisiti ai sensi dell’articolo 18, comma 3, lettera b, del D.Lgs. 26/10/1995 n. 504,  […]

12 giugno 2018|

Benefici prima casa e immobili di lusso: vale la norma vigente all’atto, ma della disposizione più favorevole si tiene conto per disapplicare le sanzioni.

La sentenza 8 giugno 2018, n. 14964 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. De Iasi, Rel. Di Masi) si occupa della successione nel tempo della normativa sui benefici prima casa e in particolare sulle caratteristiche degli immobili “di lusso” che non possono fruirne.

Con riferimento al caso concreto il presupposto era la misurazione della […]

11 giugno 2018|

Emendabilità della dichiarazione con onere della prova della rilevanza dell’errore sotto il profilo della essenzialità ed obiettiva riconoscibilità.

L’ Ordinanza 7 giugno 2018, n. 14859 della VI Sezione della Corte di Cassazione (Pres. Iacobellis, Rel. Conte) affronta il caso di un contribuente che erroneamente aveva indicato a rimborso un credito IVA poi riportato quale eccedenza di imposta per l’anno successivo, con conseguente ripresa a tassazione, mediante cartella, dell’intero importo del credito.

L’Agenzia ha ritenuto […]

8 giugno 2018|

Rettifica del classamento catastale proposto con la procedura Docfa. Obbligo di motivazione e limiti.

L’ordinanza 12425 del 21 maggio 2018 della VI Sezione della Corte di Cassazione    (Pres. e Rel. Iacobellis)  torna sul problema dell’obbligo di motivazione degli atti di rettifica di classamento catastale nel caso questo sia stato proposto a mezzo Docfa.

E lo fa ribadendo che il vincolo della motivazione dell’avviso di classamento viene soddisfatto mediante la mera […]

7 giugno 2018|

Recupero di ammortamenti annuali fiscalmente non deducibili: il termine di decadenza per l’accertamento si computa dal primo anno di iscrizione a bilancio.

In una giornata nella quale non abbiamo reperito pronunce recentissime di qualche interesse, ci preme tornare indietro di qualche settimana per segnalare e commentare una interessante sentenza segnalata ieri dal principale quotidiano economico nazionale.

Si tratta della Sentenza 24 aprile 2018 n. 9993 della Sezione Tributaria (Pres. Cappabianca, Rel. Dell’Orfano).

Il tema è il recupero a tassazione […]

6 giugno 2018|