Aliquota IVA agevolata al 4% sulle nuove costruzioni qualora tra gli edifici preesistenti e quelli riedificati consegua una diversità della destinazione d’uso

Con sentenza n. 11028 del 27 aprile 2021 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Bisogni, Rel. Manzon) torna a fare chiarezza circa l’aliquota IVA da applicarsi alle operazioni imponibili aventi ad oggetto la vendita di edifici che a seguito di demolizione/ristrutturazione abbiano registrato un cambiamento della preesistente destinazione d’uso. Nei fatti la CTR

5 Maggio 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Atto di Trust autodichiarato con conferimento di beni anche immobili: imposta di registro in misura fissa secondo la Cassazione in quanto non configura alcun arricchimento patrimoniale da parte di nessuno

La Sezione Tributaria della Corte di Cassazione con l’Ordinanza n. 11099 del 27 aprile 2021 (Pres. Chindemi, Rel. Mondini) torna ad occuparsi della tassazione in ambito di imposte di registro, ipotecarie e catastali dell’atto di Trust (in questo caso autodichiarato) con con conferimento di beni anche immobili. La Corte ripercorre in modo dettagliato e chiaro

4 Maggio 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Documentazione non consegnata dal contribuente verificato: l’inutilizzabilità in sede amministrativa e processuale è limitata ai soli documenti espressamente richiesti dall’Ufficio

Con ordinanza n. 10507 del 21 aprile 2021 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Bisogni, Rel. Manzon) torna ad esprimersi circa l’utilizzabilità della documentazione difensiva prodotta in sede processuale. Nei fatti la CTR della Puglia rigettava l'appello proposto da una srl avverso la sentenza della CTP di Brindisi che ne aveva respinto il

30 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Prelevamenti ingiustificati da conto corrente: arbitrario ipotizzare che siano destinati ad investimento nell’ambito dell’attività professionale, l’onere della prova ricade sull’Amministrazione

Con ordinanza n. 10290 del 20 aprile 2021 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Bisogni, Rel. Novik) è tornata ad esprimersi circa la verifica della applicabilità della presunzione legale posta dall'art. 32, co. 1, numero 2, secondo periodo del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 nei confronti del contribuente lavoratore autonomo. Nei fatti

29 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Vendita di terreno con sovrastante fabbricato da demolire: la Cassazione nega la riqualificazione dell’atto ex art. 20 D.P.R. 131/86

L’ordinanza della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione n. 10688 depositata in data 22 aprile 2021 (Pres. Chindemi, Rel. De Masi) ricostruisce in modo chiaro e preciso il quadro interpretativo dell’articolo 20 del testo unico di registro, fino alla recente sentenza della Corte Costituzionale 39/2021. E risolve in favore del contribuente un caso di riqualificazione

27 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

I beni assoggettati alla procedura fallimentare non possono essere oggetto di confisca per uno dei delitti tributari commessi prima della dichiarazione di fallimento

"In tema di reati tributari, il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di cui al D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, art. 12-bis, non può essere adottato sui beni già assoggettati alla procedura fallimentare, in quanto la dichiarazione di fallimento importa il venir meno del potere di disporre del proprio patrimonio in capo al fallito, attribuendo al

27 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

L’imprenditore dichiarato fallito risponde sia del reato di “indebita compensazione” che del delitto di bancarotta impropria da operazione dolose

"È configurabile il concorso tra il delitto di bancarotta impropria da operazioni dolose di cui all'art. 223, comma 2, n. 2, L. fall. e quello di indebita compensazione di credito d'imposta, previsto dall'art.10-quater, D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, non sussistendo tra le fattispecie un rapporto strutturale di specialità unilaterale ai sensi dell'art. 15 c.p." (Cass. Pen.,

26 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Corte UE: non è consentito agli stati membri di applicare le sanzioni IVA in modo automatico. Il principio di proporzionalità richiede la modulazione della sanzione in relazione alla specifica situazione di fatto

“L’articolo 273 della direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 2006, relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto, e il principio di proporzionalità devono essere interpretati nel senso che essi ostano a una normativa nazionale che pone a carico di un soggetto passivo, che abbia erroneamente qualificato un’operazione esente dall’imposta sul valore aggiunto (IVA)

23 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Per le Sezioni Unite la nullità della notifica dell’atto presupposto inficia tutti gli atti successivi della riscossione. Il contribuente può impugnare uno qualunque di essi, facendo valere il vizio iniziale

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, nella sentenza 10012 depositata il 15 aprile 2021 (Pres. Travaglino, Rel. Manzon) affermano alcuni importanti principi in materia di impugnazione di atti della riscossione e di notifiche degli stessi. In primo luogo La Corte ribadisce il principio secondo il quale la nullità della notifica di un atto presupposto

21 Aprile 2021|Categories: News|Tags: , |0 Comments

Online nuovo numero del nostro Approfondimento!

È oggi on line il numero di aprile della nostra rivista. Con un editoriale sull’attualità della Giustizia Tributaria dopo l’attivazione della commissione interministeriale Giustizia-MEF. Per gli approfondimenti abbiamo un articolo sui profili fiscali dell’avviamento negativo (badwill), uno sul distacco dipendenti stranieri in Italia, un contributo sul pagamento integrale del debito tributario, ove previsto quale causa

18 Aprile 2021|Categories: News|0 Comments