“ilTRIBUTO.it – associazione per l’approfondimento e la diffusione dell’informazione fiscale”

nasce a giugno del 2014 intorno all’idea che la materia fiscale sia oggi di fondamentale importanza e che debba essere sempre più oggetto di studio e di critica  – sempre costruttiva – da parte di persone preparate.

Ormai da alcuni anni non ci sembrano più coerenti con questa necessità gli esiti dell’attività normativa nello specifico settore. La  Giustizia Tributaria vede oggi coesistere un pregiato manipolo di Giudici competenti  con uno stuolo di volenterosi collaboratori spesso purtroppo poveri di formazione, reclutati senza un filtro qualitativo di accesso. Ciò non è naturalmente privo di effetti sulle Sentenze. La procedura di reclamo e mediazione, nata per le piccole liti, è stata voluta come interna all’Amministrazione, ancorché si attivi a ricorso già presentato, con una mescolanza non virtuosa di contesti e di ruoli. Le norme sono ormai disorganiche e confuse al limite dell’inapplicabilità. I Principi sono piegati spesso alle mere esigenze di gettito – oggi veri e propri “obiettivi” – con il conseguente declino progressivo del riferimento all’imparzialità e alla buona amministrazione. Regolamenti, decreti e finanche software hanno ormai immediata valenza impositiva, praticamente senza uno specifico controllo dell’Organo legislativo. I cardini dell’Ordinamento che dovevano essere costruiti su testi omogenei e stabili – il Codice Tributario di vanoniana memoria – sono invece stati strutturati su uno Statuto rimasto lettera morta.

Vogliamo quindi riunire nella nostra Associazione in un sereno e costruttivo confronto le migliori menti dell’Amministrazione, della Giustizia, delle Professioni, in modo che una materia viva e bellissima come il Diritto Tributario – con le sue infinite sfaccettature e riflessi nelle discipline economiche e finanziarie – ritrovi quella importanza e quella dignità che occorrono per lavorare giornalmente con passione e attrarre nuovi studiosi.

Se un obiettivo così ambizioso ci farà sembrare folli, osserviamo che un noto aforisma recita “Molte volte i folli aprono le vie che poi sono percorse dai savi”. In ogni caso ci sembra che la via che stiamo tracciando sia quella giusta.

Il Presidente

Dott. Luca Mariotti