Legittima la presunzione di distribuzione degli utili anche per i soci della partecipante.

“In attuazione del principio costituzionale di eguaglianza, formale (art. 3 Cost., comma 1) e sostanziale (art. 3 Cost., comma 2), e del principio costituzionale di capacità contributiva (art. 53 Cost., comma 1) e del principio, che ne è corollario, del divieto dell'abuso di diritto tributario, la presunzione dell'imputazione degli utili extra bilancio ai soci di

Presunzione di distribuzione utili in società a ristretta base: dev’essere ammessa la prova contraria del socio che non partecipa alla gestione.

Una ordinanza della Corte di Cassazione (Sesta Sezione, 9 luglio 2018, n. 18042, Pres. Iacobellis, Rel Conti) nel dichiarare inammissibile un ricorso dell’Agenzia delle Entrate, ribadisce un principio fondamentale negli accertamenti ai soci di società a ristretta base partecipativa. I Giudici di Legittimità ricordano infatti che è corretta la presunzione di attribuzione ai soci degli

Sospensione necessaria del giudizio nell’accertamento per ristretta base partecipativa.

L’ordinanza della sesta sezione 27 ottobre 2017 n. 25556 (pres. Schirò, rel Manzon) torna sul tema degli accertamenti in capo a società di capitali e alla presunzione di distribuzione di utili extracontabili in caso di ristretta base sociale. E lo fa focalizzando l’esame sulla necessità di sospendere il giudizio relativo al ricorso dei soci in

Ristretta base sociale e presunzione di distribuzione degli utili: finalmente un po’ di buonsenso.

La Corte di Cassazione nella Ordinanza 08 luglio 2015, n. 14176 dà una lettura lievemente difforme dal “granitico” orientamento della giurisprudenza degli ultimi anni in tema di presunzione di distribuzione dei maggiori utili in società a ristretta base partecipativa. Orientamento che è stato più volte oggetto di critica nel nostro approfondimento. In particolare abbiamo già

9 Luglio 2015|Categories: News|Tags: |0 Comments

Presunzioni a catena nell’imputazione degli utili ai soci nelle srl a ristretta base? Ci sono, ci sono…..

La Sentenza 25 marzo 2015, n. 5925 della Corte di Cassazione si occupa di utili attribuiti per trasparenza ai soci di una società di capitali a ristretta base partecipativa. Pur riproponendo argomenti piuttosto conosciuti, quindi, offre alcuni interessanti spunti di riflessione. Li accenneremo in breve, confidando di ritornare proprio su questa sentenza e sui temi

30 Marzo 2015|Categories: News|Tags: |0 Comments