Il reato di omesso versamento IVA prescinde dall’effettivo incasso del tributo.

Segnaliamo oggi una sentenza della III Sezione Penale della Corte di Cassazione, ovvero la numero 41070 depositata il 7 ottobre 2019 (Pres. Andreazza Rel. Di Stasi). Il tema è quello del reato previsto dall’articolo 10-ter d.lgs 74/2000. La Corte ricorda come per la sussistenza di tale reato è richiesto il dolo generico, integrato dalla condotta

8 Ottobre 2019|Categories: News|Tags: , , , , , |0 Comments

Responsabilità penale del liquidatore per omesso versamento: non è configurabile in mancanza di risorse.

Con riguardo alla responsabilità penale del liquidatore di società per il mancato versamento delle imposte, allorquando il debito si sia formato nel periodo di gestione di precedente organo amministrativo e l'omissione sia dovuta ad assenza della necessaria provvista non imputabile al liquidatore, non si configura il reato di cui all’articolo 10-ter del D.Lgs. 70/2000 a

Nessuna condanna per il liquidatore in carica alla data dell’adempimento se l’amministratore non ha accantonato le risorse necessarie al versamento iva.

La sentenza n. 45308 del 9 ottobre 2018 della Corte di Cassazione, Sez. V penale (Pres. Zaza, Rel. Tudino) affronta la questione del reato di omesso versamento IVA in capo al liquidatore di Società. Nel caso specifico, un ex amministratore di una Srl era stato condannato per il reato di omesso versamento IVA, mentre era

Nuove soglie dei reati tributari: anche le condanne divenute definitive devono essere revocate.

La mutata soglia di punibilità dei reati di omesso versamento di ritenute certificate (art. 10-bis del d.lgs. n. 74 del 2000) e di omesso versamento dell'imposta sul valore aggiunto (art. 10-ter, del d.lgs. n. 74 del 2000), al di sotto della quale operano soltanto a misure sanzionatorie di tipo amministrativo, introdotta dal D.Lgs. 158/2015 rientra

Risponde del reato di omesso versamento IVA l’amministratore subentrato.

La terza sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 55482 depositata il 13 dicembre 2017 (Pres. Savani, Rel. Andronio), nel dichiarare l’inammissibilità del ricorso presentato da un contribuente amministratore di s.r.l. relativamente al reato di cui all’articolo 10-ter del D.Lgs. 74/2000 perché in qualità di amministratore unico di una s.r.l. dal 20

Reato di omesso versamento di ritenute dovute o certificate: raccordo tra la vecchia e la nuova normativa.

Il nuovo articolo 10 bis del D.Lgs 74/2000 recita testualmente: “E' punito con la reclusione da sei mesi a due anni chiunque  non  versa entro il termine previsto per la presentazione della  dichiarazione  annuale di  sostituto  di  imposta  ritenute  dovute   sulla   base   della   stessa dichiarazione o risultanti dalla certificazione  rilasciata  ai  sostituiti, per un ammontare

2 Marzo 2016|Categories: News|Tags: |0 Comments

Omesso versamento IVA: risponde del reato anche il prestanome.

La sentenza n. 10498 del 12 marzo 2014 della Corte di Cassazione si occupa di un caso di omesso versamento IVA e del conseguente reato ex art. 10-ter del DLgs n. 74/2000 a carico dell’amministratore di una società che tuttavia non ha mai effettivamente avuto tale funzione, risultando di fatto un direttore commerciale. L’imputato, per

13 Marzo 2015|Categories: News|Tags: |0 Comments

Reato di omesso versamento di ritenute certificate: novità giurisprudenziali sull’elemento costitutivo.

La III Sezione Penale della Corte di Cassazione nella sentenza 9 febbraio 2015 n. 5736, si tiene in linea con una sentenza precedente (Sez. 3, n. 40526 del 8/4/2014, Ga.) nella quale si è affermato il principio secondo il quale “nel reato di omesso versamento  di  ritenute  certificate,  la  prova  dell'elemento costitutivo rappresentato dal rilascio ai sostituiti

10 Febbraio 2015|Categories: News|Tags: |0 Comments