Documentazione non consegnata dal contribuente verificato: l’inutilizzabilità in sede amministrativa e processuale è limitata ai soli documenti espressamente richiesti dall’Ufficio

Con ordinanza n. 10507 del 21 aprile 2021 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Bisogni, Rel. Manzon) torna ad esprimersi circa l’utilizzabilità della documentazione difensiva prodotta in sede processuale. Nei fatti la CTR della Puglia rigettava l'appello proposto da una srl avverso la sentenza della CTP di Brindisi che ne aveva respinto il

30 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Prelevamenti ingiustificati da conto corrente: arbitrario ipotizzare che siano destinati ad investimento nell’ambito dell’attività professionale, l’onere della prova ricade sull’Amministrazione

Con ordinanza n. 10290 del 20 aprile 2021 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Bisogni, Rel. Novik) è tornata ad esprimersi circa la verifica della applicabilità della presunzione legale posta dall'art. 32, co. 1, numero 2, secondo periodo del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 nei confronti del contribuente lavoratore autonomo. Nei fatti

29 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Vendita di terreno con sovrastante fabbricato da demolire: la Cassazione nega la riqualificazione dell’atto ex art. 20 D.P.R. 131/86

L’ordinanza della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione n. 10688 depositata in data 22 aprile 2021 (Pres. Chindemi, Rel. De Masi) ricostruisce in modo chiaro e preciso il quadro interpretativo dell’articolo 20 del testo unico di registro, fino alla recente sentenza della Corte Costituzionale 39/2021. E risolve in favore del contribuente un caso di riqualificazione

27 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

I beni assoggettati alla procedura fallimentare non possono essere oggetto di confisca per uno dei delitti tributari commessi prima della dichiarazione di fallimento

"In tema di reati tributari, il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di cui al D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, art. 12-bis, non può essere adottato sui beni già assoggettati alla procedura fallimentare, in quanto la dichiarazione di fallimento importa il venir meno del potere di disporre del proprio patrimonio in capo al fallito, attribuendo al

27 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

L’imprenditore dichiarato fallito risponde sia del reato di “indebita compensazione” che del delitto di bancarotta impropria da operazione dolose

"È configurabile il concorso tra il delitto di bancarotta impropria da operazioni dolose di cui all'art. 223, comma 2, n. 2, L. fall. e quello di indebita compensazione di credito d'imposta, previsto dall'art.10-quater, D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, non sussistendo tra le fattispecie un rapporto strutturale di specialità unilaterale ai sensi dell'art. 15 c.p." (Cass. Pen.,

26 Aprile 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments