E’ in rete il numero 19!!!

Malgrado il periodo di intenso lavoro e scadenze per molti, i nostri preziosi collaboratori sono riusciti ancora una volta a far uscire il nuovo numero dell’approfondimento entro fine mese. A tutti loro va il nostro ringraziamento. Nel numero troverete un editoriale di Davide Giacalone su temi giuridici, un lavoro sul raddoppio dei termini di accertamento

Categories: News|Tags: |0 Comments

Cessione di una licenza Taxi: non basta riferirsi al prezzo “notorio” sul mercato.

Ancora una sentenza sulle vicende degli accertamenti relativi alla cessione delle licenze di Taxi, arrivati a valanga in talune città sulla base di prezzi desunti dalle fonti più disparate. E alle conseguenti imposte (indirette prima e dirette poi) che sono richieste sulla base degli accertamenti predetti. La Corte di Cassazione con l’ordinanza del 30 maggio

Categories: News|Tags: |0 Comments

Costi black list: deducibili in normali condizioni commerciali.

Secondo la Corte di Cassazione (Sentenza n. 10176 del 8 maggio 2016) l’articolo 110 Tuir relativamente alla deducibilità dei costi black list (disposizione oggi abrogata) non richiede la sussistenza di tutti i requisiti ivi previsti al comma 10 per la deducibilità del costo. Per la Corte la lettera della legge non lascia dubbi sulla alternatività

Categories: News|Tags: |0 Comments

Ma cosa hai messo nel caffè?

Questo era il titolo del post che avevamo lanciato sui social non molti mesi fa (il riferimento era, nelle news, quella titolata “anche le presunzioni hanno un limite”. A distanza di mesi in Cassazione si ripropone la stessa identica vicenda. Quella di un accertamento effettuato con metodo analitico-induttivo su un pubblico esercizio. In particolare, per

Categories: News|Tags: |0 Comments

Scaduti i termini per la rettifica della dichiarazione da parte del fisco: non sempre il contribuente puo’ ritenersi al sicuro.

(commento a cura del Dott. Daniele Brancale) “L’intervenuta decadenza dei termini per l'azione accertatrice determina la preclusione per l'Amministrazione finanziaria allo svolgimento di attività di accertamento di un credito fiscale, a proprio favore, maggiore di quello risultante dalla dichiarazione; non determina, invece, alcuna preclusione alla facoltà della Amministrazione di contestare la sussistenza di un proprio