E’ in rete il numero sedici!

Esce come di consueto a fine mese il nuovo numero del nostro approfondimento. Con una interessante vicenda concernente il “bonus energia”, il nuovo obbligo per il p.m. di dare notizia al fisco di proventi illeciti, il credito d’imposta nuovi investimenti nel mezzogiorno, ancora un approfondito tema di fiscalità internazionale con riferimento al Progetto BEPS: le

Categories: News|Tags: |0 Comments

E’ onere dell’amministrazione provare la qualità di erede del soggetto chiamato in causa per debiti fiscali del de cuius. Non basta a tal fine la denuncia di successione.

La Corte di Cassazione nella Sentenza 24 febbraio 2016, n. 3611 cassa con rinvio una sentenza della CTR della Lombardia la quale  non aveva tenuto conto di una eccezione dei ricorrenti che lamentavano come, in relazione alla qualità di eredi, appunto, l’Amministrazione finanziaria sarebbe gravata del relativo onere probatorio. Nel caso specifico ad avviso dei

Categories: News|Tags: |0 Comments

Obbligo di contraddittorio per l’accertamento sintetico: si applica a tutti gli accertamenti emessi dopo l’entrata in vigore del d.l. 78/2010.

Segnaliamo oggi una interessante sentenza della Commissione Tributaria Regionale Milano: si tratta della n. 144 del 15 gennaio 2016 che affronta la questione della mutata normativa sul redditometro dopo il d.l. 78/2010 ed in particolare dell’applicabilità o meno dell’obbligo di contradditorio (oggi codificato) agli accertamenti che siano stati emessi dopo l’entrata in vigore della norma, ma

Categories: News|Tags: |0 Comments

Innalzamento della soglia di punibilità per l’omesso versamento IVA: si applica il favor rei. La sentenza va pronunciata con la formula assolutoria “il fatto non sussiste”.

L'art. 8 del decreto legislativo 24/09/2015 n. 158, entrato in vigore in data 22 ottobre 2015, ha modificato l'art. 10 ter del D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, elevando la soglia di punibilità ivi prevista, nel senso di attribuire rilevanza penale unicamente alle condotte di omesso versamento dell'imposta per un ammontare superiore ad euro 250.000