E’ arrivato il numero 11!!!

Da questa sera è on line il numero undici del nostro approfondimento. Sempre gratuitamente a disposizione dei nostri lettori. Nel numero troverete un editoriale di Davide Giacalone sulla "Digital Tax", una riflessione sul tema degli accertamenti a tavolino in rapporto al contraddittorio preventivo di Barbara Ianniello, un aggiornamento sulle spese di rappresentanza e sulla loro

Categories: News|Tags: |0 Comments

Sequestro per equivalente per reati tributari: da revocare se gli organi della giurisdizione tributaria annullano l’accertamento.

La Corte di Cassazione, III Sez. penale, nella Sentenza n. 39187 del 28 settembre 2015 decide sul ricorso di un imputato per reati tributari cui il tribunale del riesame, decidendo in sede di appello cautelare ex art. 322-bis c.p.p., confermava il rigetto dell’istanza di dissequestro. Detta istanza poggiava sul fatto che alcune pronunce della Commissione

Compatibile per il dipendente essere membro di c.d.a. della stessa società. Inerente e quindi deducibile il relativo costo.

La sentenza 25 settembre 2015 n. 19050 della Corte di Cassazione decide su un ricorso dell’Agenzia delle entrate in una vicenda che origina dalla retribuzione di uno stesso soggetto sia per il lavoro dipendente prestato in una società sia per l’attività di componente del consiglio di amministrazione della società medesima. L’ufficio accertatore, su questa base,

Operazioni inesistenti ed onere probatorio.

La Corte di Cassazione, nell’Ordinanza 22 settembre 2015 n. 18642, si sofferma sul riparto dell'onere probatorio tra Fisco e contribuente in ordine al coinvolgimento dell'acquirente nelle frodi "carosello" poste in essere dal fornitore. I principi richiamati sono quelli della sentenza 10414/11, ovvero: "nel caso, come il presente, di apparente regolarità contabile della fattura, dotata dei

Approvati tre decreti della riforma fiscale.

Il Consiglio dei Ministri di ieri, 22 settembre 2015, ha approvato in via definitiva gli schemi di decreto relativi agli interpelli e al contenzioso tributario, alla riscossione delle imposte e alle sanzioni penali e amministrative. Interpelli e contenzioso tributario. Per quanto riguarda i nuovi interpelli si profilano procedure comuni a tutti. Alcuni di essi diventano

Utilizzabilità di conti di terzi nelle indagini bancarie: limiti.

La Corte di Cassazione nella sentenza 18 settembre 2015 n. 18370 affronta alcuni aspetti delle indagini finanziarie a carico di un contribuente condotte anche su conti non esclusivamente a lui intestati o addirittura intestati a terzi. I principi che sembrano degni di essere sottolineati appaiono i seguenti: sotto un primo profilo, anche se manca l’autorizzazione