Rimborso IVA evidenziato in dichiarazione: è dovuto anche se non è stato presentato il quadro VR. Prescrizione ordinaria decennale del credito del contribuente.

“La giurisprudenza ormai consolidata di questa Corte, così come correttamente riportata nel ricorso, è nel senso che, in tema di IVA, l'esposizione di un credito d'imposta nella dichiarazione dei redditi fa sì che non occorra, da parte del contribuente, al fine di ottenere il rimborso, alcun altro adempimento, dovendo solo attendere che l'Amministrazione finanziaria eserciti,

18 Ottobre 2019|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Prescrizione decennale dei crediti erariali solo per le sentenze definitive e non per i ruoli non impugnati.

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 11800 della VI Sezione (Pres. Amendola, Rel. Scoditti) depositata il 15 maggio 2018, ha rigettato il ricorso presentato da Equitalia Riscossione S.p.A., ritenendo lo stesso manifestamente infondato. Secondo la tesi della ricorrente, si legge, a decorrere dalla notifica della cartella di pagamento non può più farsi riferimento ai

Limiti alle norme interne sulla prescrizione dei reati IVA in ossequio ai principi eurounitari: possibili solo per reati commessi dalla data della sentenza Taricco (8 settembre 2015) in avanti.

Per i reati tributari in materia di IVA commessi a partire dall’8 settembre 2015, ovvero dalla data della sentenza Taricco della Corte di Giustizia UE,  le norme interne sulla prescrizione sono subordinate ai principi affermati dalla Corte di Giustizia. Ma ciò non è possibile per i reati commessi anteriormente. Lo precisa la quarta sezione penale

No alla prescrizione decennale per le cartelle non impugnate.

Ringraziamo i nostri amici e lettori di averci segnalato l’Ordinanza n. 1997 del 26 gennaio 2018 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Canzio, Rel. Diotallevi). Nella predetta ordinanza la Corte, accogliendo il ricorso di un contribuente, ricorda che “il principio, di carattere generale, secondo cui la scadenza del termine perentorio sancito per opporsi

13 Febbraio 2018|Categories: News|Tags: , , |0 Comments

Prescrizione del reato tributario, evasione IVA e gravità della frode.

Sui maggiori organi di stampa specializzati troviamo oggi ampi riferimenti alla sentenza del 5 ottobre 2017, n. 45751 della terza sezione penale della Corte di Cassazione (Pres. Cavallo, Rel. Andreazza). Per la verità la sentenza si allinea ad altri recenti precedenti (vedi per tutte la Sentenza 22 giugno 2017, n. 31265, molto dettagliata) e non

6 Ottobre 2017|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Prescrizione dei crediti esattoriali nei confronti del fallimento: la giurisdizione è quella delle commissioni tributarie.

Le sezioni Unite della Corte di Cassazione, nella sentenza 13 giugno 2017 n. 14648 decidono su un ricorso di un concessionario della riscossione avverso una declaratoria di intervenuta prescrizione pronunciata dal competente tribunale in relazione a un credito esattoriale insinuato al passivo di un fallimento. L’esattore pone una questione di diritto: ovvero che nel caso

Vicenda Taricco: la Corte Costituzionale chiede precisazioni alla Corte di giustizia dell’Unione europea.

«Non è possibile che il diritto dell’Unione fissi un obiettivo di risultato al giudice penale e che in difetto di una normativa che predefinisca analiticamente casi e condizioni, quest’ultimo sia tenuto a raggiungerlo con qualunque mezzo rinvenuto nell’ordinamento». Questo a nostro modesto avviso il passaggio cruciale dell’Ordinanza n. 24 del 26 gennaio 2017 della Corte

27 Gennaio 2017|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Crediti della P.A. a prescrizione “breve”, tranne il caso di un loro accertamento giudiziale definitivo.

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 23397 depositata in data 17.11.2016, hanno risolto, ci auguriamo in maniera definitiva un dubbio interpretativo non da poco, legato alla determinazione dell'ambito di applicabilità dell'art. 2953 c.c., con riferimento alla riscossione mediante ruolo di diversi tipi di crediti, rispettivamente degli enti previdenziali, oppure per

25 Novembre 2016|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Cartella INPS non impugnata nei termini: secondo le Sezioni Unite non muta il termine di prescrizione del credito.

La Corte di Cassazione a Sezioni Unite, nella sentenza n. 23397 depositata il 17 novembre 2016, affronta la questione posta dalla Sesta Sezione civile, con ordinanza 29 gennaio 2016, n. 1799, sulle asserite "disarmonie" giurisprudenziali della Corte stessa relativamente all’ambito di applicabilità dell'art. 2953 cod. civ. con riferimento alla riscossione mediante ruolo di diversi tipi

18 Novembre 2016|Categories: News|Tags: , , , , , |0 Comments