Iscrizione ipotecaria ex art. 77 D.P.R. 602/1973 decorso il termine di un anno dalla notifica della cartella: confermata l’illegittimità dell’ipoteca a seguito dell’omessa attivazione del contradditorio endoprocedimentale.

Con ordinanza n. 23268 del 23 ottobre 2020 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Chindemi, Rel. Taddei) si è espressa in merito alla procedura di iscrizione ipotecaria su beni immobili ex art. 77 del dpr 602/1973 in riferimento ad una controversia sorta tra un contribuente ed il concessionario per la riscossione della provincia

27 Ottobre 2020|Categories: News|Tags: , |0 Comments

L’importo dell’ipoteca non è significativo da solo per la rettifica del valore dell’immobile a fini fiscali.

Il valore di un immobile compravenduto non può essere rettificato solo sull’importo dell’ipoteca. Lo precisa la Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 18385 del 4 settembre 2020 della Sezione Tributaria (Pres. Napolitano, Rel. Di Marzio). Infatti nel caso all’attenzione dei Giudici di Legittimità si è ritenuta sul punto valida la motivazione fornita dalla CTR la quale

10 Settembre 2020|Categories: News|Tags: , , , , , |0 Comments

Confermato l’obbligo di contraddittorio preventivo per l’iscrizione dell’ipoteca esattoriale.

In tema di riscossione coattiva delle imposte, l'Amministrazione finanziaria prima di iscrivere ipoteca su beni immobili ai sensi dell'art. 77 del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602 (nella precedente formulazione), deve comunicare al contribuente che procederà alla suddetta iscrizione, concedendo al medesimo un termine - che può essere determinato, in coerenza con analoghe previsioni normative

6 Dicembre 2017|Categories: News|Tags: , |0 Comments

Ricorso contro l’ipoteca esattoriale possibile anche se non è stato impugnato il preavviso

In tema di contenzioso tributario, l'impugnazione da parte del contribuente di un atto non espressamente indicato dall'art. 19 del d.lgs. n. 546 del 1992, il quale, tuttavia, abbia natura di atto impositivo è una facoltà e non un onere, il cui mancato esercizio non preclude la possibilità d'impugnazione con l'atto successivo. Questo principio, già espresso

Nulla l’iscrizione ipotecaria senza contraddittorio anche prima del d.l. 201/2011.

La Corte di Cassazione con l’Ordinanza 12 febbraio 2016 n. 2879 accoglie il ricorso di un contribuente fondato sulla violazione e falsa applicazione degli artt. 77 e 50 DPR 602/73, ed in espresso riferimento alla celebre sentenza delle Sezioni Unite n. 19667/2014. Il caso è appunto quello dell'iscrizione ipotecaria eseguita senza essere preceduta da alcuna comunicazione al contribuente. Secondo

15 Febbraio 2016|Categories: News|Tags: |0 Comments