Recupero dell’IVA sugli acquisti e destinazione abitativa dell’immobile aziendale: non rileva la categoria catastale.

Con ordinanza n. 11333 del 12 maggio 2020 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Bisogni, Rel. Grasso) torna ad esprimersi sulla questione della detraibilità dell’imposta sul valore aggiunto relativa all’acquisto di fabbricati riconducibili alle categorie catastali a destinazione abitativa, in relazione ad una controversia sorta tra l’Ufficio ed una società cooperativa che aveva

21 Giugno 2020|Categories: News|Tags: , , , , , , |0 Comments

La sequenza temporale fra atti non dimostra da sola l’interposizione. E’ necessario che l’accertamento provi l’uso strumentale della costruzione negoziale.

La sentenza 5 giugno 2020, n. 10561 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Sorrentino, Rel. Ceniccola) interpreta la disciplina antielusiva dell’interposizione, ai sensi dell’art. 37, comma 3, D.P.R. n. 600/1973 enunciando alcuni principi consolidati. In primo luogo l’interposizione non presuppone necessariamente un comportamento fraudolento da parte del contribuente, essendo sufficiente un uso improprio,

Detrazione IVA sugli immobili strumentali: va ragguagliata all’uso effettivo dell’immobile in una attività di impresa e non ad aspetti formali. La mera locazione non abilita alla detrazione.

A volte qualche pronuncia richiama delle questioni abbastanza datate ed i relativi dubbi interpretativi. I nostri lettori ricorderanno qualche anno fa la questione dell’indetraibilità IVA sugli immobili catastalmente abitativi destinati ad attività ricettiva: anni di circolari che negavano tale diritto, di sentenze favorevoli al, fin quando la risoluzione AdE 18/E/2012, prendendo atto dei rovesci in giudizio,

27 Febbraio 2019|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Ancora una sentenza pro-contribuente sulla donazione di terreno edificabile e successiva vendita.

Una sentenza molto dettagliata e ben scritta la n. 11529 depositata in data 11 maggio 2018 della Sezione Tributaria (Pres. Chindemi, Rel. Castorina)  torna sul tema della presunta interposizione fittizia nel caso di una donazione di terreno (potenzialmente edificabile) e successiva vendita. La relativa plusvalenza era ritenuta realizzata, ai sensi degli art. 37, comma 3,

Sezioni Unite: detrazione iva ammessa anche sugli immobili non di proprietà, purché utilizzati strumentalmente.

Le Sezioni unite della Corte di cassazione, con la sentenza n. 11533 del 11 maggio 2018 (Pres. Mammone, Rel. Bruschetta), intervengono sul tema della detraibilità dell’iva su immobili non di proprietà. Per la verità la sentenza della Regionale Toscana oggetto di ricorso della contribuente aveva negato la detrazione con riferimento alla categoria catastale abitativa del