Principio del favor rei per le compensazioni IVA oltre il limite: l’innalzamento ha determinato una riduzione dell’ambito della condotta rilevante ai fini sanzionatoria

Con ordinanza n. 18367 del 30 giugno 2021 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Bruschetta, Rel. Catallozzi) si è espressa confermando il recente orientamento giurisprudenziale che sancisce l’applicabilità del c.d. principio del favor rei nel caso di effettuazione di compensazioni di crediti fiscali (nella specie l’IVA). Nei fatti una s.r.l. operante nel settore

13 Luglio 2021|Categories: News|Tags: , |0 Comments

Sanzioni tributarie e principio del favor rei. Facciamo qualche precisazione.

Abbiamo letto sulla stampa dei riferimenti all’ordinanza 25 marzo 2019, n. 8334 della VI Sezione della Cassazione (Pres. Greco, Rel. Dell’Orfano) nei quali si sottolineava il fatto che la riforma delle sanzioni tributarie operata dal d.lgs. n. 158 del 2015 non fosse un presupposto per applicare il principio del favor rei, in quanto principio non

27 Marzo 2019|Categories: News|Tags: , , , , , , |0 Comments

Benefici prima casa e immobili di lusso: vale la norma vigente all’atto, ma della disposizione più favorevole si tiene conto per disapplicare le sanzioni.

La sentenza 8 giugno 2018, n. 14964 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. De Iasi, Rel. Di Masi) si occupa della successione nel tempo della normativa sui benefici prima casa e in particolare sulle caratteristiche degli immobili “di lusso” che non possono fruirne. Con riferimento al caso concreto il presupposto era la misurazione

Le Sezioni Unite penali sul favor rei d’ufficio.

Di rilievo assoluto la Sentenza 25 novembre 2015 n. 46653 con la quale le Sezioni unite penali della Corte di Cassazione hanno esaminato la seguente questione controversa: "se siano rilevabili di ufficio in sede di legittimità, anche in presenza di ricorso manifestamente infondato e privo di censure in ordine al trattamento sanzionatorio, gli effetti delle

27 Novembre 2015|Categories: News|Tags: |0 Comments

Obblighi tributari abrogati e conseguenze sugli accertamenti: se non costituiscono sanzioni improprie non si applica il “favor rei”.

Complessa sentenza quella emessa il  17 dicembre 2014, n. 26475 dalla Corte di Cassazione. Il contesto fattuale è quello della falsa vidimazione di un libro contabile obbligatorio all’epoca che ha legittimato un accertamento induttivo. La questione in diritto, invece, riguarda la rilevanza, sotto il profilo proprio della legittimazione dell’accertamento induttivo, di tale irregolare adempimento che

22 Dicembre 2014|Categories: News|Tags: |0 Comments