Cessioni intracomunitarie di beni: il diritto all’esenzione IVA non può subordinarsi al rispetto di meri requisiti formali quando siano soddisfatti quelli sostanziali

Con Ordinanza n. 5596 del 2 marzo 2021 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Tinarelli Fuochi, Rel. Catalozzi) si è espressa in materia di esenzione IVA sulle cessioni intracomunitarie di beni stabilendo la contrarietà al diritto dell’Unione Europea di un'interpretazione dell'art. 138, par. 1, della direttiva IVA che subordini il diritto all'esenzione dall'imposta

Dentista abusivo ed esenzione IVA art. 10: l’onere della prova per l’eventuale recupero spetta all’Agenzia.

L’Agenzia delle entrate, sul presupposto che in una società operante nel settore dentistico nessuno dei soci sia stato in possesso dell’abilitazione all’esercizio dell’odontoiatria e che nella struttura venissero prestate attività odontoiatriche  ed odontoprotesiche  ritiene non esentabili da IVA tutte le prestazioni rese all’interno di quest’ultima, sul presupposto che non risultavano effettuate da soggetti abilitati all’esercizio

25 Giugno 2015|Categories: News|Tags: |0 Comments