ICI: non possono essere chiesti al contribuente documenti o dichiarazioni attestanti situazioni di fatto già note al Comune in relazione ad annualità precedenti o risultanti da altre pratiche presentate.

Con ordinanza n. 10314 del 11 maggio 2020 la Sesta Sezione della Corte di Cassazione (Pres. Mocci, Rel. Delli Priscoli) ribadisce alcuni principi in ordine alle agevolazioni inerenti i tributi locali annuali (ICI nello specifico) legate all’attestazione di particolari condizioni di fatto. Condizioni che, una volta verificatesi, non devono necessariamente essere confermate ogni anno dal

Notifica presso la residenza del contribuente: va riferita alle risultanze anagrafiche e non a quanto asserito dal notificatore.

Non ha valore ciò che viene attestato dall’agente postale sulla consegna dell’atto ad un familiare convivente con il destinatario rispetto alla documentazione anagrafica che attesti il precedente cambio di residenza del contribuente. Infatti la relata di notifica è coperta da fede pubblica solo per quanto osservato dal notificatore e da lui conoscibile e non per