Contraddittorio endoprocedimentale. La Cassazione conferma se stessa.

Niente di particolarmente innovativo nella Ordinanza 29 settembre 2016 n. 19331 della VI Sezione della Corte di Cassazione (Pres. Cirillo, Rel. Vella). Essa contiene comunque una esposizione precisa e completa di alcuni concetti come sono stati sviluppati finora dalla suprema Corte. Ed in attesa di ulteriori sviluppi. La questione verte sull’articolo 12 comma 7 dello

Accertamenti a tavolino con contraddittorio obbligatorio: due pronunce in una settimana della Corte di Cassazione.

Il titolo non tragga in inganno. Non stiamo affermando che le pronunce di cui parleremo abbiano sovvertito quanto stabilito lo scorso dicembre dalle Sezioni Unite relativamente al disconoscimento dell’obbligo del contraddittorio preventivo endoprocedimentale nei cosiddetti accertamenti a tavolino (sentenza n. 24823 del 9 dicembre 2015). Sentenza che aveva a sua volta contraddetto, ricordiamo, un principio