Revisione parziale del classamento immobiliare a carattere diffuso: l’accertamento nei confronti del contribuente deve contenere precisa indicazione di tutti gli elementi che hanno inciso sul diverso classamento.

Con sentenza n. 6801 del 11 marzo 2020 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Chindemi, Rel. Vecchio) torna ad esprimersi sul tema del procedimento di revisione parziale del classamento delle unità immobiliari di proprietà privata site in microzone comunali ex art. 1, comma 335 della legge n. 311 del 2004. La Suprema Corte,

16 Marzo 2020|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Obbligo di motivazione a pena di nullità per l’atto di classamento catastale.

“In tema di revisione del classamento catastale di immobili urbani, la motivazione dell'atto, in conformità all'art. 3, comma 58, della I. n. 662 del 1996, non può limitarsi a contenere l'indicazione della consistenza, della categoria e della classe attribuita dall'agenzia del territorio, ma deve invece specificare, a pena di nullità, ai sensi dell'art. 7, comma

28 Maggio 2019|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Ancora sulla motivazione dell’atto di classamento catastale.

La sentenza 12 ottobre 2018 n. 25450 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Di Iasi, Rel. Fasano) affronta un ricorso del contribuente in un contenzioso tributario basato sulla insufficiente motivazione di un atto di classamento. Per la Corte è certamente pertinente il richiamo, in linea con precedenti pronunce (tra le quali Cass. n.

15 Ottobre 2018|Categories: News|Tags: , , , |0 Comments

Revisione del classamento per microzone: il provvedimento deve essere congruamente motivato.

Come è noto i Comuni hanno la facoltà di richiedere agli Uffici delle Entrate la revisione del classamento delle unità immobiliari di una determinata microzona qualora i valori delle unità immobiliari in essa situate si discostino in misura significativa dai valori medi catastali determinati ai fini dell’IMU. Sulle caratteristiche del relativo provvedimento si sofferma l’Ordinanza n. 23130 del

28 Settembre 2018|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Revisione parziale del classamento con obbligo di motivazione da assolvere in maniera rigorosa.

Il procedimento di "revisione parziale del classamento" di cui all'art. 1, comma 335 e seguenti, fino al 339, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 (Legge Finanziaria 2005) Esso concerne le unità immobiliari di proprietà privata site in microzone comunali e prevede che la suddetta revisione parziale deve adottarsi quando il rapporto tra il valore

Rettifica del classamento catastale proposto con la procedura Docfa. Obbligo di motivazione e limiti.

L’ordinanza 12425 del 21 maggio 2018 della VI Sezione della Corte di Cassazione    (Pres. e Rel. Iacobellis)  torna sul problema dell’obbligo di motivazione degli atti di rettifica di classamento catastale nel caso questo sia stato proposto a mezzo Docfa. E lo fa ribadendo che il vincolo della motivazione dell’avviso di classamento viene soddisfatto mediante la

7 Giugno 2018|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

L’istanza di adesione ICI non sospende i termini per la contestazione del classamento.

Se il contribuente riceve una liquidazione ICI dipendente da un nuovo classamento e presenta un’istanza di adesione al Comune, questa non vale a sospendere i termini per impugnare l’atto catastale contestualmente notificato. Lo afferma la Sentenza della Corte di Cassazione n. 25550 del 3 dicembre 2014. L’art. 74 della legge 342/2000 prevede al terzo comma

5 Dicembre 2014|Categories: News|Tags: |0 Comments