Omessa fatturazione di prestazioni da contratto di appalto. Legittima se il corrispettivo non è stato incassato e se il ricavo è stato inserito in contabilità.

La Sentenza 23 gennaio 2020, n. 1468 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Sorrentino, Rel. Ceniccola) affronta la questione l'omessa fatturazione della prestazione di servizi derivanti da un contratto di appalto, relativamente al ricorso  dell’Agenzia delle Entrate (respinto con condanna alle spese) contro una sentenza di appello che aveva deciso a favore della

Un’altra regola dello Statuto del Contribuente disapplicata dalla Cassazione.

Con l’ordinanza 15147 della VI Sezione della Corte di Cassazione, depositata il 3 giugno 2019 (Pres. Iacobellis, Rel. Conti) si ripete lo schema, che è stato oggetto di alcune riflessioni critiche nell’ultimo numero della nostra rivista mensile, con cui vengono ultimamente disapplicate dal Giudice di Legittimità molte regole di garanzia per il contribuente. La questione

Iva e prestazioni periodiche di servizi: vale il criterio generale di imponibilità al momento dell’incasso.

Una interessante sentenza della Sezione Tributaria (7 settembre 2018 n. 21870, Pres. Zoso, Rel. Varrone) respinge un ricorso dell’Agenzia delle Entrate in tema di momento impositivo ai fini dell'IVA. Il caso è quello di una società alla quale era stata contestata la ritardata fatturazione di prestazioni periodiche rese nell'ambito di un contratto sottoscritto con una

21 Settembre 2018|Categories: News|Tags: , , , , |0 Comments

Omessa comunicazione preventiva di iscrizione di ipoteca esattoriale: il ricorso è sempre tempestivo.

Interessante e ben argomentata l’Ordinanza 18 maggio 2018 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Di Iasi, Rel. Zoso) che affronta il caso di un contribuente il quale, non avendo ricevuto la comunicazione preventiva di iscrizione ipotecaria prevista dall’articolo 6 dello Statuto del contribuente, ha impugnato l'atto di iscrizione ipotecaria e 29 cartelle prodromiche