Prova di resistenza non superata per la riduzione della pretesa nella fase di reclamo-mediazione.

Laddove il contesto normativo a presidio della garanzia del contraddittorio preventivo sia quello della Carta di Nizza (e dunque “in ogni caso” relativamente ai tributi armonizzati), si deve aver riguardo, in giudizio, allo “stress test” evocato dalla sentenza Kamino International Logistics. La giurisprudenza UE, particolarmente nella “Kamino”, ha affermato che l’invocazione in giudizio del mancato

20 Febbraio 2020|Categories: News|Tags: , , , |0 Comments

Cessione di fabbricato da demolire: non è equiparabile a quella di un terreno edificabile.

La sentenza 12 febbraio 2020 n. 3380 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Cirillo, Rel. Fracanzani) torna a decidere, dopo alcune massime recenti (cfr. V Sezione n. 5088/2019, n. 5090/2019 e  Sez. VI-5, n. 22409/2019) su una questione che l’Agenzia delle Entrate ha interpretato in maniera ritenuta più volte dalla Corte non in

La tracciatura della raccomandata sul sito di Poste Italiane ha valore di “documento informatico pubblico” ed è prova dell’avvenuta consegna (o del tentativo di consegna).

Interessante per le potenziali ricadute in ogni ambito processuale (e prima ancora amministrativo) è la sentenza del 3 febbraio 2020, n. 4485 con la quale la Quinta Sezione Penale della Corte di Cassazione (Pres. Palla, Rel. Morosini) decide in merito all’efficacia probatoria delle notizie sulla spedizione di una raccomandata che possono essere ricavate, inserendo il

Presunzione di fruttuosità dei finanziamenti verso società di capitali anche nei prestiti tra soggetti IRES.

L’articolo 46 del TUIR prevede che “Le somme versate alle società commerciali e agli enti di cui all'articolo 73, comma 1, lettera b), dai loro soci o partecipanti si considerano date a mutuo se dai bilanci o dai rendiconti di tali soggetti non risulta che il versamento è stato fatto ad altro titolo”. Dunque esiste una

Revoca benefici prima casa: responsabilità solidale del venditore in caso di assenza dei requisiti oggettivi dell’immobile.

La questione della “superficie utile” degli immobili ai fini della legittimità dei benefici prima casa, nella versione precedente all’attuale (che ricordiamo è basata sulle categorie catastali) non finisce di generare problemi ai malcapitati contribuenti. Così se il fatto di includere nella superficie utile anche muri perimetrali e interni e tutta una serie di locali che

Avviso di liquidazione dell’imposta ipotecaria da impugnare in Commissione. Ma l’illegittimità dell’iscrizione di ipoteca legale eseguita dal Conservatore va decisa dal Giudice Ordinario.

La domanda di annullamento dell’avviso di liquidazione relativo all’imposta ipotecaria e di bollo emesso dall’Agenzia delle Entrate va rivolta al giudice tributario, ma quella finalizzata all’annullamento dell’iscrizione ipotecaria eseguita dal Conservatore dei registri immobiliari rientra invece nella giurisdizione del giudice ordinario. Questo è quanto affermato dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione (Pres. Tirelli, Rel.

Omessa fatturazione di prestazioni da contratto di appalto. Legittima se il corrispettivo non è stato incassato e se il ricavo è stato inserito in contabilità.

La Sentenza 23 gennaio 2020, n. 1468 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Sorrentino, Rel. Ceniccola) affronta la questione l'omessa fatturazione della prestazione di servizi derivanti da un contratto di appalto, relativamente al ricorso  dell’Agenzia delle Entrate (respinto con condanna alle spese) contro una sentenza di appello che aveva deciso a favore della

Impugnabile dinanzi al Giudice tributario il diniego di autotutela. Ribadita la non tassatività dell’articolo 19 D.Lgs. 564/92.

Niente di particolarmente innovativo nella Sentenza 21 gennaio 2020, n. 1230 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Locatelli, Rel. Gilotta), ma una importante conferma: quella per la quale gli atti impugnabili ai sensi dell’articolo 19 del D.Lgs. costituiscono una elencazione non tassativa e dunque anche il diniego esplicito di autotutela può rientrare in

27 Gennaio 2020|Categories: News|Tags: , , , , , , |0 Comments

Deposito non dichiarato e beni in esso presenti: la presunzione di cessione viene eliminata con idonea documentazione.

Con sentenza n. 1217, depositata in data 21 gennaio 2020, la Corte di Cassazione (Pres. Cirillo, Rel. D’Orazio) ha stabilito che, in materia di IVA, non sussiste la presunzione di avvenuta cessione dei beni in seguito alla destinazione degli stessi in un deposito (ancorché non dichiarato); detto principio resta valido tuttavia a condizione che il

Notifica di atto impositivo con consegna al padre malato di alzheimer. Valida fino a querela di falso. Per la capacità del consegnatario è sufficiente un “esame superficiale”.

La Corte di Cassazione nella Ordinanza 17 gennaio 2020, n. 946 della Sezione Tributaria (Pres. Sorrentino, Rel. Di Marzio) decide su un ricorso nel quale il contribuente aveva affermato la invalidità della notifica di una cartella esattoriale, tra l’altro, per essere stata la stessa  notificata mediante consegna a persona diversa dal destinatario, senza che quest'ultimo

21 Gennaio 2020|Categories: News|Tags: , , , , , |0 Comments