Non detraibile l’iva sugli acquisti senza annotazione nell’apposito registro.

Non detraibile l’iva sugli acquisti senza annotazione nell’apposito registro.

La Corte di Cassazione con Sentenza 20698 del 1° ottobre 2014, in riforma di una sentenza della CTR della Lombardia che aveva considerato detraibile l’IVA risultante da due fatture di acquisto non annotate sul registro da tenersi ai sensi dell’art. 25 del DPR 633/72, fissa dei requisiti formali per l’esercizio del diritto al recupero dell’imposta pagata. Tali acquisti erano stati peraltro annotati su dei fogli uso bollo, in forma similare a quella di schedari a fogli mobili.

Il richiamo è proprio all’art. 25 del D.P.R.. 633/1972, secondo il quale le fatture e le bollette doganali relative agli acquisti ed alle importazioni effettuate nell’esercizio dell’impresa – e che devono essere numerate in ordine progressivo – vanno annotate prima della liquidazione periodica, ovvero della dichiarazione annuale nella quale è esercitato il diritto alla detrazione della relativa imposta.

A giudizio della Corte, non giova alla tesi della contribuente l’abrogazione della bollatura e vidimazione operata dall’art. 8 l. 383/2001 atteso che la disposizione in parola non ha affatto eliminato l’obbligo di tenuta dei registri IVA, numerati progressivamente in ogni pagina, sancito dagli artt. 2215, 2219 c.c. e 39 d.P.R. 633/1972. Tale ultima norma prevede, poi, che l’impiego di schedari a fogli mobili è consentito – in deroga alla regola del registro a fogli fissi – solo in via derogatoria, e secondo modalità che siano state preventivamente approvate – cosa che, nella specie, non risulta essere stata effettuata – da parte dall’Amministrazione finanziaria.

Tutto giusto? Secondo le norme di diritto interno probabilmente sì. Forse miglior esito avrebbe avuto invocare le disposizioni del Titolo X della direttiva iva (2006/112/CE ). Le norme ivi riportate subordinano infatti il diritto della detrazione alla circostanza di “essere in possesso” della fattura di acquisto.

Condividi
Facebooktwitterlinkedin
2 Ottobre 2014|Categories: News|Tags: |0 Comments