Illegittimo l’avviso di liquidazione che richiami soltanto data e numero della sentenza: soltanto l’allegazione o la riproduzione del contenuto all’avviso garantiscono l’esercizio di difesa del contribuente

“L'allegazione della copia all'avviso di liquidazione o la riproduzione del contenuto nell'avviso di liquidazione assumono una valenza paritaria ed equipollente rispetto alla funzione di assicurare al contribuente la conoscenza della sentenza civile, le cui enunciazioni o statuizioni siano assoggettate ad imposta di registro. La valutazione del giudice tributario deve essere rapportata al corretto assolvimento dell'onere

26 Febbraio 2021|Categories: News|Tags: , |0 Comments

Attività societaria di costruzione di immobili destinati alla vendita: le unità locate non possono essere considerate rimanenze ai fini del test di operatività delle società di comodo. Nel calcolo dei ricavi effettivi vanno considerati tutti i ricavi

Con ordinanza n. 3103 del 9 febbraio 2021 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Sorrentino, Rel. Condello) ha sancito alcuni interessanti principi di diritto in merito sia alla corretta interpretazione dei principi contabili OIC in tema di complessi immobiliari costituiti da più unità sia ai fini del calcolo dei ricavi effettivi rilevanti per

25 Febbraio 2021|Categories: News|Tags: , |0 Comments

Revoca di un Trust che preveda come beneficiario dei beni lo stesso disponente: non rileva ai fini dell’imposta sulle successioni e donazioni mancando l’effettivo trasferimento intersoggettivo di ricchezza.

Il presupposto impositivo dell’imposta sulle successioni e sulle donazioni individuato dall’art. 1 D.lgs. 346/1990 nei “trasferimenti di beni e diritti per successione a causa di morte ed ai trasferimenti di beni e diritti per donazione o altra liberalità tra vivi” non è integrato nel caso di revoca di un Trust che preveda come beneficiario dei

23 Febbraio 2021|Categories: News|Tags: |0 Comments

Professione di medico generico convenzionato con il SSN: la disponibilità di uno o più studi non integra di per sé il requisito dell’autonoma organizzazione ai fini IRAP

“Con specifico riferimento alla professione di medico generico convenzionato con il SSN si è affermato che la disponibilità di uno studio, avente le caratteristiche e dotato delle attrezzature indicate nell'art. 22 dell'Accordo collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale, reso esecutivo con d.P.R. n. 270 del 2000, rientrando nell'ambito

20 Febbraio 2021|Categories: News|0 Comments

Contraddittorio preventivo garantito se l’Ufficio “prende atto” della memoria difensiva del contribuente? Non siamo d’accordo

La questione del contraddittorio preventivo e dell’impatto sul diritto interno delle garanzie offerte dalla Carta di Nizza non è del tutto chiara. Dieci anni quasi di giurisprudenza in senso di estrema coerenza sono stati infatti vanificati dalle Sezioni Unite del dicembre 2015 e dalle elaborazioni successive di quei principi. Capita allora di leggere pronunce come