E’ in rete il numero 26!

Abbiamo messo on line il nuovo numero del nostro approfondimento, come sempre liberamente consultabile e scaricabile. Abbiamo il piacere di pubblicare, come editoriale, un ricordo del Prof. Victor Uckmar scritto per noi dal Prof. Gianni Marongiu. Nella sezione degli approfondimenti trattiamo di interessi e dividendi corrisposti a soggetti non residenti, della immediata esecutività delle sentenze

Categories: News|0 Comments

Studi di settore: le osservazioni del contribuente in sede di contraddittorio vanno elaborate pena la illegittimità dell’accertamento.

Nella sentenza 21 dicembre 2016, n. 26504 della V Sezione della Corte di Cassazione (Pres. Canzio, Rel Scalisi) la Corte respinge un ricorso dell’Agenzia delle Entrate in materia di accertamento da studi di settore. Inutile ribadire i riferimenti alle sentenze delle Sezioni Unite del 18/12/2009 e al valore di presunzione semplici degli studi, da affinare

La Corte Costituzionale si pronuncia sulle spese del giudizio cautelare tributario.

La Corte Costituzionale con Sentenza n. 278 del 16 dicembre 2016 ha deciso relativamente all’ordinanza del 15 gennaio 2016 con la quale la Commissione tributaria provinciale di Treviso ha sollevato questione di legittimità costituzionale, per violazione dell’art. 76 della Costituzione, avente ad oggetto l’art. 9, comma 1, lettera f), del decreto legislativo 2015, n. 156

Contenzioso IRAP: l’evoluzione giurisprudenziale dimostra l’obiettiva incertezza normativa. Le sanzioni vanno disapplicate.

L’Ordinanza 15 dicembre 2016, n. 25853 della VI Sezione della Corte di Cassazione (Pres. Iacobellis, Rel Crucitti) è relativa al caso di un giudizio iniziato con l’impugnazione della cartella di pagamento per il recupero IRAP da parte di un professionista (ragioniere commercialista). Per la verità sull’aspetto principale della questione (l’assoggettabilità al tributo del professionista) non

Categories: News|0 Comments